Descrizione del Progetto

I lavori tecnici che servono per mantenere il valore della canalizzazione (manutenzione / risanamento) sono attività tradizionali in cui finora le necessarie competenze venivano acquisite "on the job" (analogamente alla parte pratica di un tirocinio secondo la formazione di base professionale), in parte sulla base di una prima professione appresa oppure direttamente come (primo) avvio professionale. I corsi complementari di formazione continua e di perfezionamento professionale sono offerti oggi da istituzioni private o associazioni durante e dopo la fase d'introduzione.

Tenendo conto delle aspettative dei gruppi d'utenza (soprattutto clienti e committenti pubblici e privati), dello sviluppo tecnico (compresa IT), della maggiore attenzione alla (protezione) ambientale e delle nuove norme sulla sicurezza ecc., sono aumentati fortemente i requisiti richiesti ai collaboratori nel ramo della manutenzione e del risanamento delle canalizzazioni. Istituendo un tirocinio atto a promuoverne l'immagine, con riconoscimento federale, i giovani potrebbero essere motivati per tempo a scegliere questa professione.

Alla conclusione del progetto si potrebbe stabilire all'interno del ramo una nuova immagine professionale a costi neutri per i datori di lavoro, caratterizzata da continuità e potenziale per il futuro (senza grandi dipendenze economiche e culturali e senza correre il pericolo di delocalizzare all'estero i lavori). Secondo un sondaggio svolto nel ramo, esisterebbe un fabbisogno annuo di circa 40 persone in formazione a livello di Attestato federale di capacità e di circa 50 a livello di Attestato professionale federale.

Si prevede di elaborare un tirocinio quadriennale con Attestato federale di capacità (AFC) e un tirocinio biennale con Attestato professionale federale (APF). Il gruppo target della formazione di base biennale è composto soprattutto da giovani e adulti con abilità pratiche. Anche la formazione di base quadriennale, più impegnativa, offre a giovani e adulti con abilità pratica, ma anche una certa propensione alla teoria, la possibilità di sostenere un esame finale di tirocinio e, come l'APF, permette l'accesso all'apprendimento continuo. Con l'AFC, dopo l'esame finale di tirocinio, vi è la possibilità di ampliare la cultura generale con la maturità professionale che offre poi un accesso diretto alle Scuole Universitarie professionali (o, con qualifiche supplementari, all'università e all'ETH). L'esame finale di tirocinio da solo offre l'accesso alla formazione professionale superiore che abbina solide capacità pratiche a fondate conoscenze teoriche.

Il progetto effettivo è suddiviso in sei fasi e inizia con l'assegnazione del ticket preliminare e termina con la conclusione dell'implementazione. Successivamente i primi apprendisti inizieranno la loro formazione di base (a partire dall'agosto 2014). Le prime persone in formazione termineranno il tirocinio rispettivamente due o tre anni più tardi (agosto 2016 o 2017).